Memoria, il "Giardino dei Giusti" di Belpasso - itBelpasso

itBelpasso

Feste MEMORIA NATURA Non categorizzato PASSEGGIANDO VALORI ED EMOZIONI

Memoria, il “Giardino dei Giusti” di Belpasso

Belpasso-Giardino dei Giusti

Il “Giardino dei Giusti” è un giardino che ha lo scopo di onorare e ricordare i ‘giusti’ piantando per ognuno di essi un albero. Questa iniziativa nacque in Europa ed adesso è possibile trarne beneficio anche a Belpasso.

La “Giornata europea dei Giusti”

Il 6 marzo di ogni anno ricorre la “Giornata europea dei Giusti”, proclamata dal parlamento europeo nel 2012. È importante però chiedersi chi siano i ‘Giusti’. I ‘Giusti’ sono tutte quelle persone che hanno deciso di utilizzare il proprio tempo lottando contro le ingiustizie che l’umanità ha subito, senza farsi piegare dal terrore e dall’ignoranza, anche al costo della propria vita; insomma, dei veri e propri eroi. A tal proposito nel mondo sono nati diversi “Giardini dei Giusti”. Questo 8 marzo è nato il “Giardino dei Giusti di Belpasso”, inaugurato in occasione della Giornata internazionale della donna. E per questo nel suo primo anno di nascita sono state scelte tre donne che hanno dato un contributo enorme alla comunità Belpassese, negli anni precedenti.

La nascita del “Giardino dei Giusti” a Belpasso

Come già detto, l’8 marzo di quest’anno è nato un “Giardino dei Giusti” a Belpasso. L’iniziativa è felicemente approvata dall’amministrazione comunale di Belpasso, la quale vuole ampliare il giardino ogni anno, aggiungendo un nuovo albero per ogni ‘giusto’. Il giardino non ha una collocazione ben precisa ma è bensì intrinseco alla villa comunale di Belpasso. L’inaugurazione ha goduto anche della presenza dell’associazione “ForLife”, che lotta per l’emancipazione femminile e che ha avuto il piacere di piantare un albero di mimosa nel giardino, in onore delle donne.

Belpasso- Mimosa per le donne
Un albero di mimosa che è stato piantato nel “Giardino dei Giusti” in onore di tutte le donne

All’evento erano presenti anche le scuole locali, che si sono interessate a questo progetto. Quest’anno sono stati piantati tre alberi in onore di tre ‘donne giuste’. Parliamo di Margherita Bufali, Giovanna Romeo Sava e Marianna Magrì; per ognuna di esse è presente un albero di alloro.

Bufali, Sava e Magrì

Tutte e tre le donne hanno contribuito, ad un miglioramento di Belpasso occupandosi dell’accoglienza dei più deboli, durante il XX secolo. Margherita Bufali istituì un collegio per le orfanelle belpassesi, il quale è adesso un oratorio e a breve ospiterà le scuole materne di Belpasso. Giovanna Romeo Sava fece grandissimi sacrifici per permettere a suo figlio, Antonino, di continuare gli studi in ingegneria. Successivamente Giovanna morì e il figlio in segno di grande riconoscenza decise di erigere in suo onore un istituto di accoglienza che potesse assistere i più giovani. Ancora oggi questo è in funzione e nel corso degli anni ha aiutato moltissimi bambini.

Marianna Magrì fu la madre di una donna che venne uccisa dal suo coniuge. Marianna sapeva dei maltrattamenti che la figlia subiva e, per salvaguardare il suo patrimonio, decise che nel caso sua figlia fosse morta avrebbe evoluto il denaro alla fondazione di un istituto benefico. Questo purtroppo accadde e ad oggi abbiamo a Belpasso il collegio Magrì, punto di riferimento molto importante per molti ragazzi di quel tempo.

Memoria, il “Giardino dei Giusti” di Belpasso ultima modifica: 2021-03-13T09:00:00+01:00 da Marco Asero

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x