Pasta al forno, il rito del pranzo della domenica - itBelpasso

itBelpasso

CIBO CUCINA BELPASSESE TRADIZIONI

Pasta al forno, il rito del pranzo della domenica

Preparare la pasta al forno è una prerogativa di mamme, zie, nonne durante le feste

Preparare la pasta al forno è una delle tradizioni immancabili del pranzo domenicale o delle feste in famiglia. Tantissime sono le ricette e le varianti per questo primo gustoso che riunisce con allegria amici e parenti. Un piatto ricco e saporito che sa di casa e tradizione!

La pasta al forno, origine

Si consuma abbondantemente in tutta Italia, ma al sud dello Stivale, rappresenta una tradizione irrinunciabile sia prepararla che soprattutto gustarla. Stiamo parlando della buonissima pasta al forno che appartiene da sempre alla tradizione culinaria della nostra isola. E’ uno dei primi più amati e preparati dalle nonne, zie e mamme perché propone la commistione perfetta e sapiente di tanti ingredienti buoni e genuini in un prodotto unico nel suo genere. 

Questa tipologia di pasta si consuma solitamente la domenica, in tutte le stagioni, ma anche durante le feste più importanti dell’anno. E’ dunque il primo piatto tipico delle feste.

L’origine, secondo la tradizione, risale alla dominazione araba del IX secolo. Gli arabi creavano i timballi, mischiando e stratificando i vari elementi. Secondo altri sarebbe derivata da questo accatastare più elementi anche la cassata dolce.

La pasta al forno è il piatto tipico della domenica e delle feste  in famiglia
La pasta al forno è il piatto tipico della domenica e delle feste in famiglia; fonte foto: Pixaby

Protagonista della letteratura

Questo piatto non è iconicamente presente solo in cucina ma trova spazio anche in importantissime opere letterarie dalla fama internazionale. La pasta al forno si trova menzionata come piatto principale all’interno del banchetto fatto allestire per la grande festa dal principe di Salina nel suo palazzo, episodio celeberrimo del “Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Inoltre questo primo, col nome di Pasta ‘ncasciata, è spesso presente nei pranzi allestiti dalla meravigliosa Adelina per il “Commissario Montalbano“, protagonista delle storie create da Andrea Camilleri. Salvo ne è golosissimo. Il nome “pasta ‘‘ncasciata o ‘ncaciata”, deriva dalla tradizione messinese e si rifà nella prima versione alla casseruola nella quale la pasta viene cotta, nella seconda al condimento (il Caciocavallo).

Come si fa la pasta al forno

La pasta al forno è bella e buona. E’ molto ricca, composta non solo da un sugo di pomodoro, dalla pasta e da formaggio, ma anche da tanti altri ingredienti che vadano ad aggiungere consistenza e sapore.

La pasta al forno si fa utilizzando la pasta corta e possibilmente rigata in modo che il sugo si amalgami meglio col composto. Si preferiscono specifiche tipologie come: le penne, i rigatoni, i maccheroni, gli anelletti.

Il ripieno deve essere abbondante e ricco. C’è chi usa melanzane, salumi ecc., ragù, uova sode, piselli, formaggi.

Questa versione di pasta cotta al forno conquista al primo assaggio. Essa inebria col suo profumo tutta la cucina e la casa.

La pasta al forno va cotta all'interno di una pirofila o casseruola
La pasta al forno va cotta all’interno di una pirofila o casseruola da cui deriva la ricetta messinese ‘ncasciata; fonte foto: Pixaby

Ingredienti:
• 600 g di maccheroni, penne, fusilli, anelletti (pasta corta).
• 400 g di salsa di pomodoro
• 1 spicchio d’aglio
• 2 mozzarelle
• 3 uova sode
• 80 g di salsiccia
• 250 g di carne trita

• piselli freschi o surgelati
• 90 g di pecorino siciliano
• 30 g di pangrattato
• olio extravergine di oliva q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.

Si può realizzare questa versione in circa 20 minuti per 8 persone.

Fra le tante varianti di pasta al forno abbiamo le lasagne
Fra le tante varianti di pasta al forno abbiamo le lasagne; fonte foto: Pixaby

La ricetta

Vi forniamo la ricetta tradizionale di questo primo piatto golosissimo.

Prima di tutto fate cuocere la pasta in acqua bollente salata, ricordandovi di tirarla fuori al dente, da cuocere per bene successivamente al forno. Successivamente occorre preparare il ragù mischiando salsiccia e carne in padella con olio, aglio, sale e pepe. Aggiungete poi la salsa di pomodoro, con qualche pezzetto di carota e fate cuocere il tutto. Dopo aver fatto questo, scolate la pasta e conditela con il sugo. Mettete prima uno strato di sugo e poi la pasta scolata, pronta per cuocere in forno, all’interno di una pirofila o casseruola. Aggiungete poi gli altri condimenti: la mozzarella, le uova sode e il pecorino. Terminate con una grattata di formaggio e una spolverata di pangrattato. Procedete predisponendo il tutto in forno alla temperatura di 180°C per circa 20 minuti. Aspettate che si formi la crosticina, fatela raffreddare e preparatevi per servirla.

Potete anche conservare la pasta al forno in eccesso o rimasta in frigo, all’interno di un contenitore ben chiuso fino a 3 giorni. 

Ecco servito questo capolavoro della nostra cucina!

Buon appetito!!!

foto copertina da Pixaby

Pasta al forno, il rito del pranzo della domenica ultima modifica: 2022-10-30T17:14:30+01:00 da SABRINA PORTALE

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x