Il culto di Sant'Anna e la tradizione belpassese - itBelpasso

itBelpasso

CHIESE COSA VEDERE FESTA LUOGHI DI RITROVO Non categorizzato SITI RELIGIOSI TRADIZIONI

Il culto di Sant’Anna e la tradizione belpassese

Chiesa Sant'anna

Il 26 Luglio di ogni anno ricorre la festività dedicata a Sant’Anna, la madre della vergine Maria. L’origine del culto di Sant’Anna deriva da epoche ben lontane dalle nostre e si diffuse dall’Oriente verso l’Occidente durante il periodo delle crociate; la prima celebrazione in suo onore risale intorno all’anno 550, quando Giustiniano fece costruire la prima chiesa a lei dedicata a Costantinopoli e nel corso dei secoli il suo culto si è esteso così tanto che adesso è possibile trovare una chiesa dedicata a lei in moltissimi paesi d’Italia e non solo. Per comprendere il motivo per cui Sant’Anna sia stata così rilevante per quanto riguarda il culto religioso è necessario conoscere la sua storia.

La vita di Sant’Anna

Sant’Anna fu la figlia di Achar e la sorella di Esmeria ( madre di Santa Elisabetta nonché nonna di Giovanni detto il Battista). Si sposò con Gioacchino , uomo benestante appartenente alla tribù del regno di Giuda; purtroppo dopo vent’anni di matrimonio i due non riuscirono a procreare a causa della sterilità di Gioacchino e per questo motivo l’uomo, dopo un’umiliazione pubblica, si ritirò nel deserto in segno di preghiera. Nonostante questo episodio, durante gli anni seguenti, Anna continuò ad implorare Dio per far si che egli potesse concederle la grazia di avere un figlio e così dopo qualche tempo un angelo si recò in visita ad Anna annunciandole una gravidanza; contemporaneamente l’angelo apparve in sogno anche a Gioacchino e così i due coniugi si ricongiunsero.

Immagine di Sant'Anna
Rappresentazione di Sant’Anna, Gioacchino e la vergine Maria.
immagine presa dal sito internet ‘Pixabay’

La storia narra che i due, in seguito ad un casto bacio dinanzi la ‘porta aurea’ di Gerusalemme, concepirono la loro figlia, Maria(la Madonna). Dopo la nascita di Maria, la famiglia si stanziò nei pressi dell’attuale ‘porta dei leoni’ a Gerusalemme; all’età di tra anni Maria venne accompagnata al tempio di Gerusalemme, per rispettare la promessa che i genitori fecero a Dio per avergli concesso di avere un figlio, la quale prevedeva che Maria fosse destinata al suo servizio. Dopo qualche anno Gioacchino morì e successivamente Anna si risposò due volte. Dai matrimoni Anna ebbe altri due figli, la quale progenie rappresenta nel culto, la Santa parentela di Gesù. Data la sua storia, la santa è venerata principalmente come protettrice delle nonne, delle madri e delle partorienti; in realtà è però anche riconosciuta come protettrice di: minatori, falegnami, tornitori, orefici, ecc. per il modo in cui custodì Maria come fosse ‘un gioiello in uno scrigno’ e anche come protettrice dei tessitori e dei fabbricanti poiché insegnò l’arte del cucito a Maria.

La Chiesa di Sant’Anna a Belpasso

Intorno al XVIII secolo, a Belpasso, nei pressi dell’antico feudo di Borrello ( quartiere belpassese) fu costruita una chiesa in onore di Sant’Anna. Furono i ‘santonnoti’ ad edificarla, i quali devotissimi alla santa, fecero enormi sacrifici per compierne la costruzione. Di fatto durante quel periodo, a causa dei terremoti, dilagava un clima di povertà ma tuttavia grazie alle loro collaborazione riuscirono ad erigere la chiesa. Lo stile architettonico dell’edificio era estremamente semplice e rurale sia all’interno che all’esterno, nonostante ciò però diventò subito uno dei luoghi d’incontro più rilevanti del paese.

La benedizione della chiesa ebbe luogo nel 1758 nel mese di Dicembre; gli abitanti erano soliti recarsi in chiesa ad ascoltare la messa e a recitare il ‘rosario’ o la ‘novena’ ma non solo, di fatto le donne passavano il loro tempo ad abbellirla e gli uomini vi si incontravano al mattino presto prima di andare a lavoro. Questi furono i motivi per cui si instaurò immediatamente un forte legame affettivo nei confronti della chiesa da parte degli abitanti, che si è tramandato fin ad oggi.

26 Luglio: La festa di Sant’Anna

Come già detto, la festa di Sant’Anna ricorre il 26 Luglio. In passato, gli abitanti contribuivano come meglio potevano per far si che la festa andasse per il meglio. Era usuale che ciascuno portasse qualcosa di proprio che andava poi messo all’asta, dalle quali si ricavavano i fondi per le spese richieste per la festa e per i fuochi d’artificio. Prima dei festeggiamenti si celebrava la messa in onore della santa; spesso si assisteva ad una processione durante la quale si trasportava la statua della santa le strade del quartiere in segno di adorazione.

Sant'Anna-Albero della cuccagna
L’albero della cuccagna.
Immagine presa dalla pagina Facebook: Belle foto bianco e nero.

Una tradizione popolare era quella dell’ ‘albero della cuccagna‘; si adibiva un palo di legno in verticale ricoperto di una sostanza grassosa; i giovani più abili si prestavano a ‘scalarlo’ con l’obiettivo di riuscire ad accaparrarsi i premi attaccati ad esso, spesso prodotti alimentari, con la speranza di farsi notare dalle ragazze del paese. Negli anni, sostituirono l’albero della cuccagna con la proiezione di ‘films’ per incentivare l’incontro degli abitanti del paese. La festa di Sant’Anna è celebrata ancor oggi e come da tradizione si assiste ancora all’asta; ad oggi si è ‘rispolverata’ anche la pratica dell”albero della cuccagna’.

I restauri della chiesa

Sfortunatamente la chiesa fu rasa al suolo più volte in seguito ai terremoti avvenuti nel corso degli anni. Ciò nonostante, dato il forte legame affettivo si è sempre deciso di restaurarla. Recentemente lo stato ha stanziato una somma di denaro di quasi mezzo milione di euro, destinata ai lavori necessari da svolgere per la chiesa; questo gesto è fortemente apprezzato dagli abitanti del territorio belpassese in quanto oggigiorno la chiesa rappresenta non solo un luogo di culto ma bensì una combinazione di storia, fede, tradizioni ed emozioni.

Il culto di Sant’Anna e la tradizione belpassese ultima modifica: 2021-06-11T11:00:00+02:00 da Marco Asero

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Bello!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x