11 Gennaio, in ricordo del terremoto del 1693 - itBelpasso

itBelpasso

EVENTI LO SAPEVI CHE STORIA

11 Gennaio, in ricordo del terremoto del 1693

11 Gennaio in ricordo del terremoto

11 Gennaio, Belpasso e la Sicilia orientale ricordano il disastroso terremoto della Val di Noto, avvenuto l’11 Gennaio del 1693.

Storia del terremoto

L’11 Gennaio del 1693, per la Sicilia orientale è una data importantissima. Fu il giorno in cui avvenne il terribile terremoto della Val di Noto, che distrusse gran parte delle città esistenti in quel periodo storico. L’evento più catastrofico registrato in Sicilia nell’era moderna. Con una magnitudo pari a 7,3, è considerato il terremoto più forte mai registrato nell’intero territorio italiano. Risulta inoltre essere il ventitreesimo terremoto più disastroso della storia dell’umanità, almeno tra quelli storicamente accertati. Il sisma distrusse più di 45 centri abitati della Sicilia orientale, causando almeno 60 mila vittime. Secondo gli studi il terremoto raggiunse in alcune zone l’intensità XI nella scala Mercalli. Dopo questo catastrofico terremoto, le città distrutte dal terremoto, furono ricostruite secondo le norme antisismiche che in parte conosciamo oggi. Con la magnifica costruzione del barocco siciliano del ‘700, città importantissime tra cui: Catania, Noto, Siracusa, Ragusa e la nuova Belpasso, compresi tutti i paesi della provincia di Catania.

disegno raffigurante la cartine di Belpasso
Immagine dove si vedono Belpasso, l’Etna e Catania

Ricostruzione della nuova Belpasso

Nel 1693 Belpasso non si chiamava cosi come lo conosciamo oggi e si trovava in un altro luogo, nella zona di Valcorrente dove si trova il centro commerciale di Etnapolis, col nome di Fenicia Moncada, poiché in quel periodo regnavano i Moncada. L’eruzione del 1669 distrusse la vecchia Malpasso ed i suoi casali, costringendo i Malpassoti a spostarsi in quel luogo, fondando Fenicia Moncada. Il terremoto causò la distruzione di Fenicia Moncada, così i fenicioti o Malpassoti si spostarono definitivamente nell’attuale Belpasso, cambiando il nome in Belpasso, in segno di buon auspicio, con il motto “Melior de cinere surgo“.

Anche Belpasso beneficiò del barocco Siciliano, grazie alla costruzione del post sisma e con l’aiuto delle famiglie nobili, una su tutte la famiglia Bufali, per la costruzione del paese.

Evento in ricordo dell’11 Gennaio

Quest’anno in in occasione del 330° anniversario del catastrofico terremoto del’11 gennaio. La Fondazione dei Carri di Santa Lucia, in collaborazione col Comune di Belpasso, hanno organizzato una giornata studio sulla ricostruzione del post sisma. Con la partecipazione dell’Università di Catania, della facoltà di architettura di Siracusa, dal centro internazionale di studi del barocco e dal dipartimento ingegneria civile e architettura di Catania.

Durante la giornata si è tenuto un convegno nell’aula consigliare del comune, in cui si è tenuto uno studio da parte dell’università sulla ricostruzione della città di Belpasso.

Gennaio, Visita Studenti.png
In alto foto degli studenti e dei visitatori, in basso durante la visione dei resti della Chiesa della Misericordia, della vecchia Malpasso. Foto pagina Fb Fondazione Carri Santa Lucia.

Gli studenti e coloro che hanno partecipato sono stati in visita al vecchio sito di Malpasso nei ruderi della Chiesa della Misericordia e nella grotta della statua della Madonna delle Grazie o della “Sciara. Mentre nel pomeriggio visita nei capannoni dei carri di Santa Lucia.

Un evento prestigioso a suggellare la collaborazione con il mondo accademico che produrrà nei prossimi mesi qualcosa di prezioso e veramente importante” – conclude sulla pagina Fb il presidente della Fondazione.

11 Gennaio, in ricordo del terremoto del 1693 ultima modifica: 2023-01-12T14:00:00+01:00 da Alfio Emmanuele Guglielmino

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] generale. Il terzo progetto, infine, è promosso dall’8° CPIA provincia di Frosinone, con cui il Comune ha sottoscritto apposita convenzione di attuazione dei PUC, e prende il titolo di “Pari […]

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x